Attention, le JavaScript est désactivé et vous ne pourrez bénéficier de toutes les fonctionnalités de cette page.

Le donne erediteranno la terra

Sous-titre : Il nostro sarà il secolo del sorpasso
Titre en français : Les femmes héritent de la Terre
Auteur : Cazzullo, Aldo

italien

Nombre de pages : 214
Éditeur : Mondadori
Date d'édition : 2016-09

23,50 €
Réf.9788804669715

« Vous, les femmes, vous êtes meilleures que nous. Ne croyez pas que les hommes ne le sachent pas ; nous le savons très bien, et cela fait des millénaires que nous nous organisons pour vous soumettre, souvent avec votre aide. Mais ce temps est révolu. Terminé. Le temps est venu pour les femmes de prendre le pouvoir. » L’auteur nous raconte en quoi le siècle à venir sera celui de la domination féminine. Tous les signaux le montrent : deux femmes gouvernent Londres et Berlin, une autre a échoué à une marche de la Maison Blanche. L’Italie reste un pays machiste, et pourtant la maire de la capitale, la présidente de la Chambre, les directrices des principales prisons, l’astronaute la plus célèbre, la scientifique la plus en vue sont toutes des femmes. Et ce n’est que le début. Les femmes héritent de la Terre car elles sont mieux dotées pour affronter l’époque grandiose et terrible qu’on leur a laissée en héritage. Elles savent se sacrifier, épargner, prendre soin ; et ce au moment où prendre soin de la Terre et de l’humanité, ces deux entités mortelles, est devenu urgent.

«Voi donne siete meglio di noi. Non pensiate che gli uomini non lo sappiano; lo sappiamo benissimo, e sono millenni che ci organizziamo per sottomettervi, spesso con il vostro aiuto. Ma quel tempo sta finendo. È finito. Comincia il tempo in cui le donne prenderanno il potere.» Aldo Cazzullo racconta perché il nostro sarà il secolo del sorpasso della donna sull'uomo. I segni sono evidenti: a Berlino e a Londra governano due donne, una donna si affaccia per la prima volta sulla soglia della Casa Bianca. L'Italia resta un Paese maschilista; eppure sono donne la sindaca della capitale, la presidente della Camera, le direttrici delle principali carceri, l'astronauta più nota, la scienziata più importante. Ed è solo l'inizio. Le donne erediteranno la terra perché sono più dotate per affrontare l'epoca grandiosa e terribile che ci è data in sorte. Perché sanno sacrificarsi, guardare lontano, prendersi cura; ed è il momento di prendersi cura della terra e dell'uomo, che non sono immortali. L'autore evoca il genio femminile, attraverso figure del passato e del presente, storie di grandi artiste e di figlie che salvano i padri o ne custodiscono la memoria. Racconta le battaglie che le donne conducono nel mondo e in Italia contro le ingiustizie che ancora le penalizzano, contro il masochismo che ancora le mette l'una contro l'altra o le induce a innamorarsi della persona sbagliata. E ricostruisce i mezzi con cui i maschi hanno imposto la loro egemonia per secoli, quando una femmina per rivendicare la propria libertà doveva diventare come un uomo, o almeno sembrarlo: da Giovanna d'Arco, arsa viva per non aver rinunciato all'abito maschile, alle «soldate» che si travestirono per combattere tutte le guerre. Il racconto di Cazzullo arriva sino all'ultima generazione, le adolescenti nate nel 2000: abituate a essere le migliori a scuola, a leggere romanzi dove il pianeta è salvato da una ragazzina, ad abitare regni fantastici dove non comandano più i principi azzurri, ma le principesse. Anche per questo costruiranno un mondo dove non si farà più caso se il capufficio o il capo dello Stato è una donna.